Skip to Content

blog post

Carpooling per le scuole Flootta School: il carpooling scolastico n. 1

In questo periodo di contingenze economiche così sfavorevoli, con tutti gli aspetti sociali collegati, non solo solo i privati o le aziende a sentire il peso della crisi. Anche – e soprattutto, verrebbe da dire – gli enti pubblici, fra i quali per primi citiamo le amministrazioni comunali, hanno la necessità di controllare i costi in maniera più rigorosa rispetto a qualche anno fa.

…continua »

blog post

Anche il carpooling Flootta nella guida per organizzare eventi sostenibili

Da dove si parte per organizzare eventi sostenibili? Dai sistemi di mobilità sostenibile come il carpooling? Dalla gestione dei rifiuti? Dalla selezione dei fornitori. Tutti ottimi propositi, ma in realtà l’organizzazione del migliore evento sostenibile parte da una buona formazione. Proprio la formazione – gratuita fra l’altro – a cui mira l’importante progetto di Punto3 in collaborazione con Acquisti Verdi e con la partnership di numerosi aziende sostenibili sparse sul territorio nazionale, fra cui il carpooling di Flootta, ovviamente. …continua »

blog post

Torna Fa’ la cosa giusta: a Milano dal 28 al 30 Marzo 2014

Dopo il successo della scorsa edizione, la numero 10, torna alla fiera di Milano City la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili Fa’ la cosa giusta.

Il programma è, come per le passate edizioni, particolarmente interessante e propone un ricco assortimento di espositori suddivisi per sezioni tematiche a cui si aggiungono tre aree speciali.

Le sezioni tematiche sono: …continua »

blog post

Premiate le città per la migliore mobilità sostenibile

Che si tratti del caro benzina, dell’insopportabile inquinamento dell’aria e acustico nelle più grandi città europee, dei consumi del proprio mezzo e delle soluzioni per abbatterli – magari in condivisione – o degli insostenibili costi delle polizze RCAuto, la sostanza non cambia: la mobilità e gli approcci alla stessa sono temi di attualità, di sempre più acceso interesse da parte dei cittadini e delle amministrazioni locali. …continua »

blog post

Il 2013 è stato l’anno del carpooling

Oggi il possesso di un’automobile, dati alla mano, sta diventando particolarmente gravoso: bollo, assicurazione, tasse, manutenzione ordinaria e straordinaria, pneumatici. Appena usciamo dal nostro garage dobbiamo preoccuparci di problemi di parcheggio, caro carburante, spese di pedaggio e naturalmente traffico (che oltre a consumare la nostra macchina, consuma anche il nostro benessere): un vero salasso per le nostre tasche. L’odissea nel traffico è servita.

Tuttavia il viaggio auto condiviso (in inglese carpooling o ridesharing) ci viene incontro. I sistemi di condivisione del viaggio sono ormai una realtà: per risparmiare, per essere efficienti, per consumare meno, per socializzare, per fare del bene all’ambiente. Il principio è semplice: meno macchine – meno costi – meno stress.

…continua »

blog post

Decalogo dell’automobilista virtuoso: #10 Usare l’auto solo quando serve

Il tempo vola e siamo arrivati all’ultimo articolo del decalogo Flootta Carpooling per M’illumino di meno 2014. Il diploma di automobilisti virtuosi per M’illumino di meno è ormai ad un passo e fra un po’ sarà tempo di festeggiare! Prima però è necessario riflettere su un ultimo aspetto.

Fino ad oggi ci siamo concentrati sull’auto come mezzo di spostamento prioritario per qualsiasi tipo di viaggio. L’automobile come mezzo di locomozione sia per gli spostamenti frequenti di tipo lavorativo sia per le vacanze – tratte medio-lunghe ma saltuarie – sia per andare a fare la spesa nelle vicinanze. Sobbarcandovi così di un onere che, come abbiamo visto nel precedente articolo, non è assolutamente indifferente. Esiste una soluzione alternativa a tutto questo e si tratta di un piccolo grande passo.

Vi suggeriamo infatti di:

 

…continua »

blog post

Decalogo dell’automobilista virtuoso: #9 Carpooling, l’unione fa il trasporto

Il Decalogo dell’automobilista virtuoso promuove attività e azioni di sostenibilità energetica proprie di M’Illumino di meno 2014 e lo vuole fare andando oltre la visione tradizionale dell’automobile, per la quale il peso delle spese di manutenzione e possesso sono a carico esclusivamente del conducente e possessore del veicolo. Oltre al carsharing, di cui abbiamo parlato nel precedente articolo #8, esiste un altro tipo di viaggio condiviso, risparmioso e efficiente, nella quale si condivide non solo il mezzo ma soprattutto il viaggio: il carpooling.

Agli importantissimi temi del risparmio, della sostenibilità energetica e dell’efficienza si aggiunge il fattore sociale, per cui nel carpooling l’esigenza di un viaggio in comune diviene momento di conversazione, relax e perché no, occasione per coltivare nuove amicizie.
Non possiamo quindi far altro che suggerire:

 

…continua »

blog post

Decalogo dell’automobilista virtuoso: #8 Fare carsharing

Il Decalogo dell’automobilista virtuoso non è solo una serie di indicazioni utili per tenere la propria auto in perfetta efficienza e per adottare uno stile di guida risparmioso. Come anticipato nel precedente articolo, quello che intendiamo proporre è andare oltre la concezione individualistica dell’automobile. M’illumino di meno è un’iniziativa a tutto tondo per la sostenibilità energetica: sostenibilità energetica è anche condividere un mezzo e/o il “proprio” viaggio. In questo articolo ci concentreremo sulla condivisione di un mezzo: il carsharing. …continua »

blog post

Decalogo dell’automobilista virtuoso: #7 Viaggiare in autostrada a 110 km/h

L’autostrada: la usiamo spesso, chi per lavoro, chi per le vacanze, chi semplicemente per un weekend fuori porta, chi per trovare i parenti fuori città ecc. Durante i tragitti autostradali nascono discussioni e chiacchierate, scambi di opinioni, ma anche accesi dibattiti: non stupisce che molte amicizie sono nate qui, come confermano i nostri clienti nelle loro recensioni sull’esperienza di carpooling.

Ma, oltre alla sua particolarità dovuta al “valore sociale” che riveste in determinate circostanze, l’autostrada mostra delle specificità da numerosi altri punti di vista: è un tipo di strada speciale, larga, percorribile a velocità sostenuta e per un lasso di tempo tendenzialmente mediolungo, elementi che contribuiscono a rendere l’esperienza autostradale diversa rispetto a un normale viaggio (extra)urbano.

Due domande nascono spontanee: è possibile agire sul consumo di carburante in autostrada in modo da ottenere un risparmio? In secondo luogo, esiste una velocità consigliata da tenere in autostrada?
Lo scopo è chiaramente mediare tra una velocità consona e il risparmio durante gli spostamenti autostradali, nel rispetto delle norme vigenti. Nasce così il sesto articolo del Decalogo dell’automobilista virtuoso, iniziativa Flootta per M’illumino di meno 2014.

…continua »

blog post

Decalogo dell’automobilista virtuoso: #6 Finestrini chiusi sopra i 55 km/h

M’illumino di meno e il suo Decalogo dell’automobilista virtuoso hanno scoperto due veri “complici” nella lotta al consumo di carburante: il primo è il climatizzatore, che come abbiamo visto va usato con intelligenza e buon senso. Il secondo, di cui parleremo oggi, forse lo avrete già individuato. E se così fosse, sicuramente vi sarete domandati come effettivamente influisce sulla marcia del vostro veicolo…

I finestrini, splendida invenzione: i nostri nonni e i nostri padri dovevano usare olio di gomito per azionarli e calmare madri/suocere/figli irrequieti, azzannati dal caldo estivo o intorpiditi dalle nevicate invernali. Il climatizzatore oggi ci dà una mano, ma non sempre è risolutore e quindi l’alzacristallo può esserci amico, ma solo se sappiamo come usarlo bene. Che voi viaggiate in solitaria o abbiate organizzato viaggi condivisi in carpooling, gli stessi viaggi saranno più confortevoli, nonché risparmiosi.

Vi suggeriamo quindi il sesto consiglio:

 

…continua »